Grande successo per il “Villaggio delle emozioni”. L’evento di raccolta fondi dell’associazione “Il mago di Oz” si è svolto nella sede dell’Infernetto con l’obiettivo di sensibilizzare il territorio rispetto all’importanza di educare le giovani generazioni all’intelligenza emotiva: “Si tratta della capacità di regolare le proprie reazioni, identificare ciò che si prova e comprenderne l’origine”, ha spiegato la responsabile e fondatrice dell’associazione Laura Feci. La giornata è stata divisa in due parti: la prima è stata interamente dedicata alle figure di riferimento dell’età evolutiva con una conferenza dal titolo “Emozione e cognizione: un approccio innovativo a sostegno del bambino”. Durante il convegno è stato messo in luce come questi due aspetti siano fondamentali in tutti gli ambiti dell’apprendimento: dalla scuola alla pratica sportiva. Nella seconda parte è stato dato spazio alle famiglie. “Psicologhe e terapiste del nostro centro hanno dato vita in ogni stanza ad un’esperienza diversa che coinvolgesse più piani espressivi nella percezione dell’emozione – ha affermato l’altra responsabile dell’Onlus Nadia Riccioli – attraverso l’ascolto di brani musicali e l’osservazione di opere d’arte, I bambini hanno potuto allenare la propria facolta’ di riconoscere le sensazioni provate in risposta ad uno stimolo”. Con questo evento si è conclusa la campagna di raccolta fondi portata avanti dal “Mago di Oz” e destinata al progetto “A scuola di emozioni”, che portera’ presso le scuole del Decimo Municipio corsi gratuiti di educazione emotiva. Fino ad oggi sono stati raccolti oltre tremila euro.