Sono operativi e fanno molto per il territorio del Decimo Municipio, eppure non hanno nemmeno un luogo dove riposare o aspettare le chiamate per gli interventi. E’ la storia dei volontari dell’associazione nazionale vigili del fuoco in congedo di Ostia che spesso passo anche 12 ore del turno all’interno dei mezzi di soccorso in attesa di una chiamata, chiedendo a un bar di usare i servizi e indossando delle tute ignifughe non potendo contare su degli spogliatoi.