Uccisa sull’autobus

Calci e pugni fino a ridurla in fin di vita. A Londra, una baby gang composta da ragazze inglesi si e’ scagliata contro una giovane di origine egiziana, Mariam Moustafa, che e’ morta dopo 20 giorni di coma. Nata al Cairo, Mariam, e’ cresciuta ad Ostia e si era trasferita in Inghilterra da quattro anni. I suoi genitori ora chiedono giustizia: “la polizia britannica non ha indagato su una aggressione di stampo razzista”, hanno dichiarato, per poi accusare i medici di aver dimesso la figlia senza accorgersi che aveva un’emorragia cerebrale.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *