E’ nel degrado l’area di via Siviglia a Torvaianica che ospita una villa imperiale marittima. Un vero e proprio gioiello per gli archeologi, venuto alla luce tra la fine degli anni 90 e i primi del 2000, risalente alla gens flavia con tanto di approdo a mare. Un’antica “seconda casa” molto ricca con terme, giardini, intere stanze affrescate e pavimenti pieni di mosaici. Nei secoli la villa passò di mano in mano fino ad essere trasformata in un vero e proprio villaggio. Nel 2009 venne scoperto uno splendido sarcofago del terzo secolo dopo cristo, la condotta fognaria della casa, un lungo muro reticolato e la discesa a mare. Un’autentica rarità per gli studiosi che l’avevano definita una “scoperta eccezionale”. La zona si trova in un terreno privato. Il comune di Pomezia ha avviato l’esproprio per la sua acquisizione offrendo oltre 100 mila euro di indennità che il proprietario ha rifiutato.