La comunita’ di Pomezia e’ sotto choc. Sono di Maria Corazza e Domenico Raco i corpi carbonizzati rinvenuti ieri mattina su due diversi sedili, uno davanti e uno dietro, all’interno di una Ford Fiesta in Via di San Pancrazio nella campagna di Torvaianica. Maria aveva 48 anni, era impiegata in una ditta di pulizie a Santa Palomba, lui di anni ne aveva 39 era di origini calabresi, ma viveva a torvaianica dove faceva l’elettricista. Amici di famiglia da tanti anni, da ieri alle 8.30 avevano fatto perdere le loro tracce. Poi la segnalazione di alcuni residenti giunta ai pompieri per una forte esplosione e un’auto in fiamme tra la vegetazione. Nessuno poteva immaginare pero’ che all’interno della vettura ci fossero I corpi dei due amici ormai divorati dal fuoco. La donna era uscita di casa con il compagno per accompagnare la figlia 13enne a sostenere gli esami di terza media. Poi, di lei non si e’ saputo piu’ nulla. Per ora i Carabinieri del nucleo investigativo di Frascati non escludono nessuna ipotesi, anche se il campo e’ stato ristretto su due piste: il delitto passionale o l’omicidio – suicidio. Il compagno di lei, Maurizio Di Natale e’ stato ascoltato per circa 12 ore. Gli inquirenti hanno cercato di ricostruire ogni suo spostamento anche tramite le testimonianze di parenti e amici. Sarebbe stato proprio un collega di lavoro a fornirgli un’alibi: I due, infatti, avrebbero fatto colazione insieme, dopo l’uomo aveva lasciato la bambina a scuola. Chi conosce Maria e Maurizio parla di una coppia che stava insieme da tanti anni, oltre venti, e che al di la’ di qualche banale lite sembrava condurre una vita serena.