E’ stato finalmente identificato il rapinatore seriale che ha seminato il panico tra i commercianti di Pomezia. Si tratta di un 20enne italiano, con precedenti penali, che si trovava già nel carcere di Rebibbia perchè colpito da una condanna definitiva per altri reati. La scorsa estate, il giovane ha commesso una serie di rapine ai danni di alcuni supermercati e tabaccherie. Il modus operandi era sempre lo stesso: con il volto parzialmente coperto entrava negli esercizi commerciali armato di un coltello, una pietra o un bastone, e intimava ai dipendenti di consegnargli l’incasso. I colpi, messi a segno a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro, venivano sempre eseguiti con estrema rapidità e anche se all’interno del negozio c’erano clienti e avventori. A fermarlo sono stati i carabinieri di Torvaianica, che sono risaliti a lui grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza fornite dagli esercenti, ma anche grazie al riconoscimento di alcune vittime.