Un’esondazione del Tevere metterebbe in pericolo 250mila persone. La cifra più alta tra le capitali europee. E’ quanto emerso nel corso degli Stati Generali del fiume, in cui è stato presentato il primo rapporto sullo stato del bacino. Il rischio riguarda un territorio urbano di 1135 ettari. “Roma – e’ stato sottolineato – ha zone in grande difficoltà per un semplice acquazzone anche a causa di un sistema fognario in parte inefficiente: manca la corretta e continua manutenzione dei tombini e 700 chilometri di canali, fossi e sistemi di scolo sono scomparsi a causa dello sversamento dei rifiuti”.