Quando all’amore e alla bellezza si aggiunge l’immensità del mare si ottiene un risultato unico. Magari ha pensato a questo l’ignoto artista che ha posizionato la statua di Nettuno su uno scoglio a largo del Pontile ad alcune centinaia di metri dalla raffigurazione di Venere. Ad oggi, ancora nessuno si è fatto avanti per rivendicare la paternità dell’opera che sta suscitando l’apprezzamento di molti cittadini. “Siamo un popolo di artisti e ad Ostia si vede che abbiamo un gusto particolare per la bellezza, la storia e la natura – sottolinea gianluca poscente, tra i primi a notare la novità – nettuno viene dal mare e dal mare risorge. Nella Villa di Plinio c’è un mosaico meraviglioso con la sua effige cosi come ce ne sono ad Ostia Antica. Su come questo monumento arrivi dalla sua reggia al pontile resta un alone di mistero, non svelabile ai più“, conclude Poscente.