Ancora non sembrano sbloccarsi le procedure per la costruzione dello stadio della Roma. Tra problemi burocratici e intrighi di potere, la nuova arena per i tifosi giallorossi e’ sempre piu’ una chimera. Intanto, dalla radio di un noto ateneo della Capitale, il sindaco Esterino Montino ha rilanciato la proposta di realizzare l’impianto a Fiumicino. “L’area – spiega Montino – potrebbe essere quella che si trova nei pressi del centro commerciale Da Vinci. Si tratta di duecento ettari destinati, da piano regolatore, ad essere edificati. La zona individuata sarebbe perfetta perche’ a due passi dall’aeroporto e raggiungibile in autostrada e treno. Lo stadio – continua il primo cittadino – non deve per forza stare dentro il centro urbano. Aldila’ della fede calcistica, vanno appoggiati e condivisi i bei progetti che danno lustro e cambiano la nostra citta’. Offro una via di fuga in un momento di difficolta’”. A sostenere questa ipotesi anche il Presidente della Commissione Sport di Fiumicino, Ciro Sannino. “Un’opera cosi’ importante rappresenterebbe un’occasione importante per il nostro territorio. Pensiamo solo all’indotto che comporterebbe tra le strutture ricettive, la ristorazione e l’accoglienza. Inoltre – continua Sannino – realizzare le ulteriori infrastrutture necessarie, sarebbe piu’ semplice rispetto ad una zona a ridosso del fiume Tevere come quella di Tor Di Valle”.