Terremoto giudiziario nel Movimento 5 Stelle romano. Marcello De Vito, presidente dell’assemblea capitolina è stato arrestato all’alba con l’accusa di corruzione: in questo momento si trova in carcere. I carabinieri hanno perquisito il suo appartamento e alcuni uffici in Campidoglio. L’esponente grillino avrebbe incassato direttamente o indirettamente delle elargizioni dal costruttore Luca Parnasi. Questa l’ipotesi dei pm Barbara Zuin e Luigia Spinelli. De Vito, in cambio, avrebbe promesso di favorire il progetto collegato allo stadio della Roma, la costruzione di un albergo presso la ex stazione ferroviaria di Trastevere e la riqualificazione dell’area degli ex Mercati Generali.