Ha dell’incredibile quello che e’ accaduto l’altra notte in Piazza Eschilo, all’Axa. Uno scambio di persona o una pallottola vagante: sono queste le ipotesi su cui stanno lavorando gli investigatori della squadra mobile della polizia per il ferimento di un giovane di Treviso, Manuel Bortuzzo, 20 anni, promessa del nuoto che da circa quattro mesi si allenava nel centro federale di Ostia. Gli autori dell’agguato potrebbero avere le ore contate: gli agenti sono sulle tracce di due giovani, coinvolti in una rissa scoppiata all’interno di un pub. Per l’identificazione dei responsabili sono fondamentali I video acquisiti dalle telecamere di videosorveglianza e dai quali potrebbe essere decifrata la targa dello scooter usato dai malviventi.

Sparatoria Axa: i dettagli sulla vicenda

Manuel Bortuzzo è stato colpito da un proiettile mentre si trovava nella parte opposta del pub di Piazza Eschilo. Dopo essere stato trasportato all’ospedale Grassi è stato trasferito al San Camillo. Il ragazzo è stato sottoposto a due interventi chirurgici per bloccare l’emorragia e rimuovere il proiettile che si era fermato su una vertebra. La prognosi rimane riservata. Ancora non è possibile capire se ci sono stati eventuali danni alla mobilità dell’atleta. Manuel, infatti, rischia la paralisi. Intanto prosegue la caccia agli autori dell’agguato. Secondo una prima ricostruzione sarebbero stati almeno tre i colpi esplosi.