Gli esponenti dei gruppi “Stop 5G Cerveteri-Ladispoli” e del coordinamento dei comitati romani contro l’elettrosmog invitano i sindaci Alessio Pascucci e Alessandro Grando ad adottare con urgenza una delibera di giunta per fermare l’avanzata della connessione di nuova generazione. “Chiediamo – si legge nella nota – di assumere ogni misura per ridurre significativamente i pericoli, anche solo potenziali, per la salute pubblica e di sospendere qualsiasi forma di sperimentazione del 5G nel territorio, in attesa della produzione di sufficienti evidenze scientifiche idonee a sancirne l’eventuale innocuita’. Inoltre, e’ necessario – prosegue il comunicato – che Pascucci e Grando intervengano in ogni sede per sventare il tentativo di indebolire le loro competenze, evitando cosi’ di consegnare le aree della citta’ metropolitana nelle mani delle multinazionali delle telecomunicazioni”. Recentemente l’antitrust avrebbe infatti lamentato ritardi ed ostacoli allo sviluppo delle reti di comunicazione elettronica da parte di Arpa, regioni e comuni. Una segnalazione che secondo i comitati mirerebbe a depotenziare gli strumenti in possesso dei sindaci per governare il fenomeno dell'”Antenna selvaggia“.