Furono premeditati quei colpi di pistola sparati in piazza Eschilo all’Axa – la notte tra il 2 e il 3 febbraio scorso – che hanno tolto l’uso delle gambe al nuotatore 19enne Manuel Bortuzzo. Il Gup Daniela Caramico D’Auria ha condannato a 16 anni di reclusione i due giovani di Acilia Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, per i quali la procura aveva chiesto 20 anni di carcere. La vicenda si è chiusa in primo grado nel giro di pochi mesi, ma Manuel – che ha già avuto la sua condanna a vita – resta quasi indifferente davanti alla sentenza. “Sedici anni sono tanti – sostengono I legali di Marinelli e Bazzano – è una pena alta che non ci soddisfa, ma dobbiamo leggere le motivazioni. Presenteremo appello” – annunciano in conclusione.