I bambini della Corrado Melone di Ladispoli non potranno contare, almeno per quest’anno, sulle aule del plesso Livatino. “Purtroppo – ha spiegato il dirigente scolastico Riccardo Agresti – la dirigenza del circolo didattico Ladispoli Uno ha negato al sindaco Alessandro Grando la concessione delle aule alla Corrado Melone”. E così ora l’istituto dovrà rinunciare ai suoi laboratori per assicurare una classe ai bambini.

Non solo: spariranno anche la biblioteca, le due sale docenti, l’aula ceramica, quella per i diversamente abili, la sala cinema e l’archivio. “Certo – ha aggiunto Agresti – la Melone non avrà quegli spazi laboratoriali che la Ladispoli 1 realizzerà, ma i docenti sapranno svolgere comunque una didattica d’ eccellenza. Quindi, dopo la prevista giornata di open school del 14 settembre, fin dal primo giorno di lezione che quest’anno sarà lunedì 17, si inizierà con i servizi di refezione scolastica e trasporto scuolabus assicurati sin da subito”- ha concluso Agresti.