Il comune di Santa Marinella è ufficialmente fallito. Il consiglio ha votato favorevolmente la delibera di dissesto. Secondo la maggioranza, infatti, non esistono, più i presupposti per poter assicurare I servizi minimi essenziali. La prossima settimana si insedierà una commissione ministeriale per gestire la liquidazione del debito di 15 milioni di euro. Intanto, la grave situazione finanziaria sta comportando grandi difficoltà con I fornitori. Presto saranno chiuse per morosità le porte delle discariche ai mezzi che ogni giorno trasportano I rifiuti urbani, mentre i creditori devono avere otto milioni di euro di fatture emesse e non pagate.

“Ci troviamo in questa situazione per la cattiva gestione della precedente amministrazione – ha spiegato il Sindaco – chi doveva spendere lo ha fatto senza risparmiarsi mai e chi era adibito al controllo delle entrate è stato sempre più assente. Ora il comune di Santa Marinella avrà la possibilità di ripartire da zero per tentare di riequilibrare il bilancio preventivo. Tra qualche anno – ha concluso Pietro Tidei – la città potrà nuovamente avere il ruolo che merita”.