L’amministrazione di Santa Marinella, con l’astensione di tutta l’opposizione, ha approvato il bilancio del Comune. “Aabbiamo ancora debiti – afferma il sindaco Pietro Tidei – dobbiamo anche ridare al nostro tesoriere dieci milioni di euro. Sono soldi che ci sono stati anticipati e vanno resittuiti entro fine mese. La situazione è drammatica”. Tuttavia, il comune potrebbe presto risollevarsi grazie a qualche iniziativa. La prima è la tassa di soggiorno, che prevede un’entrata di 100mila euro. La seconda è il condono edilizio che potrebbe portare nelle casse di santa marinella la bellezza di 700mila euro. “Quel denaro potrebbe veramente aiutarci a ripartire da zero, essendo al momento al di sotto dello zero – ammette tidei – abbiamo pensato anche alla multiservizi, che non vogliamo sciogliere, ma deve risparmiare 200mla euro e dedicare il 20% delle proprie attività all’esterno, al verde e ai parcheggi. Un altro problema riguarda la farmacia – prosegue – noi vorremmo acquistare medicinali direttamente dalle case produttrici, grazie alle quali il prezzo d’acquisto potrebbe diminuire del 30-50 per cento.– per pareggiare i conti – conclude il Sindaco –ci vorranno almeno due anni. Periodo intenso, ma alla fine potremo ripartire”.