Per l’ennesima volta, la linea Roma-Lido si e’ aggiudicata il poco ambito “Trofeo Caronte” assegnato da “Legambiente” alla peggior tratta ferroviaria d’italia. “qui i pendolari sono costretti ai viaggi piu’ infernali – commenta il presidente di Legambiente Lazio Roberto Scacchi – quella che potrebbe diventare una nuova metro per Roma, continua ad essere solo una grande vergogna per la Capitale. Il gestore non ha fatto assolutamente niente negli ultimi anni e cosi’ la situazione sta solo peggiorando” – conclude Scacchi. Effettivamente, non si sono ancora visti investimenti sui treni; I convogli sono scesi dai 24 in esercizio nel 2015 ai 17 attuali, e mai in servizio tutti insieme; le corse effettuate sono il 5,5% in meno rispetto a quelle programmate e il numero degli utenti e’ crollato di quasi 50mila unita’ in pochi anni: in molti, per esasperazione, hanno ripreso l’auto privata, congestionando le strade e inquinando l’aria. Buone notizie arrivano pero’ dal Senato, dove l’onorevole Bruno Astorre ha fatto approvare in commissione lavori pubblici un ordine del giorno che propone di provvedere alla messa in sicurezza e alla riqualificazione della roma-lido attingendo al fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale istituito dalla legge di bilancio presso il ministero dell’economia e delle finanze. Soddisfazione viene espressa dal consigliere comunale Giovanni Zannola, dal segretario Pd del X municipio Stefano De Santis e dal delegato dell’assemblea regionale del Pd Leonardo Di Matteo, che dichiarano: lo stato di precarieta’, ampiamente documentato da Legambiente, in cui versa questa linea cosi’ cruciale per la citta’ di Roma, impone iniziative non piu’ rinviabili. Queste risorse governative si andrebbero ad aggiungere ai 180 milioni di euro gia’ messi a disposizione dal precedente governo e dalla Regione Lazio, al fine di intraprendere un percorso di ammodernamento delle ferrovie concesse comprensivo anche dell’cquisto di nuovi convogli. Nei prossimi giorni ha aggiunto in conclusione Zannola come gruppo del Partito Democratico, chiederemo la convocazione della commissione mobilita’ per ottenere chiarimenti in merito alle ragioni che determinano il quadro delle attuali inefficienze del cosiddetto ‘trenino di Ostia‘, considerato il collegamento piu’ carente del paese.