Giovedì prossimo nel consiglio del Decimo Municipio sarà discussa una proposta di risoluzione sulla necessità di dotare i vagoni della Roma-Lido di ulteriori strumenti di sicurezza. Il primo firmatario del documento è il capogruppo del Movimento 5 Stelle Antonio Di Giovanni che spiega: “Oltre alla leva del freno di emergenza, non esistono sui treni altre forme di ausilio per gli utenti in situazioni di pericolo. Da una fermata all’altra, spesso intercorre un lungo arco temporale: per questo motivo l’avere a disposizione un numero di emergenza da poter chiamare, affisso alle pareti dei vagoni, sarebbe un ulteriore strumento deterrente per coloro che commettono atti contrari alla pubblica decenza. Oltretutto – prosegue il capogruppo – sarà possibile anche avvisare la centrale e descrivere il responsabile del reato in modo tale da allertare gli operatori della sicurezza nelle stazioni. Si tratta – conclude Di Giovanni – di un piccolo accorgimento utile a far sentire più sicuri I pendolari che quotidianamente usano I mezzi di trasporto in alternativa all’automobile”.