Nella Capitale e’ stato un fine agosto di fuoco, nel vero senso della parola. Sono stati tanti i roghi accesi in tutto il territorio e che hanno costretto vigili del fuoco e protezione civile agli straordinari. Tra questi, emblematico e’ stato quello di Monte Stallonara, dove per giorni la terra ha bruciato provocando forti miasmi. La puzza e’ arrivata fino a le pleiadi e a parco leonardo, dove I residenti si sono tappati in casa per non sentire gli sgradevoli odori. Abbiamo sentito il presidente del locale comitato di quartiere, Antonio Canto, per avere rassicurazioni sull’eventuale rischio ambientale per I cittadini del comune di Fiumicino. Anche se per quanto riguarda la vicenda Monte Stallonara non sembrerebbero effettivamente esserci rischi per Parco Leonardo, I residenti lamentano comunque l’essere, a tutti gli effetti, una zona franca tra Roma e Fiumicino dove non c’e’ abbastanza controllo del territorio. Gli esponenti del comitato di Parco Leonardo hanno annunciato che esporranno una denuncia contro terzi alla Polizia Locale. L’obiettivo e’ avviare un dialogo con l’amministrazione per mappare le discariche abusive, installare fototrappole e tutelare l’intero quadrante di questo importante quartiere di Fiumicino.