“Un quadrante di rifiuti”. Così sta diventando la zona tra Axa e Malafede, da giorni invasa da montagne di immondizia che abbracciano cassonetti traboccanti. I residenti sono arrivati al punto di riportare a casa il maleodorante sacchetto e attendere l’arrivo dell’Ama per poterlo gettare. “Tra le diverse cause – ipotizza il comitato di quartiere – c’è l’avvio della raccolta porta a porta nelle zone limitrofe. Di fatto, stenta a decollare in modo efficace e i cittadini utilizzano i nostri cassonetti in via clandestina spinti dalla necessità di smaltire più rapidamente la spazzatura. C’è anche un concreto rischio igienico-sanitario, dal momento che i punti discriminati si trovano a pochi passi dalle scuole. Non si tratta solo di decoro urbano, ma di salute. Chiediamo – conclude il comitato – un intervento repentino e decisivo da parte delle istituzioni, che abbia come fine la soluzione del problema e non un inutile effetto temporaneo”.