“Un semplice intervento di bonifica preliminare”. Così l’Associazione Italia Nostra Lazio ha commentato l’avvio della rimozione dei relitti censiti nel Tevere da parte della Capitaneria di Porto. Le operazioni sono iniziate due settimane fa con il recupero di un’imbarcazione lunga oltre 30 metri e semisommersa vicino al Ponte Due Giugno a Fiumicino. “Per migliorare la qualità del fiume, però, dovrebbero essere necessari lavori più impegnativi e il censimento completo degli scarichi”, ha dichiarato il vicepresidente dell’associazione Franco Medici