“Stop alle procedure di raddoppio dell’aeroporto Leonardo Da Vinci” – è quanto richiesto nella mozione presentata dai consiglieri regionali del PD Michela Califano ed Enrico Forte – è necessaria l’istituzione di un tavolo tecnico tra il ministero dei trasporti e la Regione per individuare un secondo scalo dove dislocare i voli low cost. Il raddoppio dell’aeroporto di Fiumicino non è solo inutile ma assolutamente dannoso – spiegano i consiglieri  –  sarebbe più adeguato riorganizzare l’attuale complesso e utilizzare i 180 ettari di aree libere situate all’interno del sedime per il potenziamento infrastrutturale dell’hub. bisogna lavorare in tal senso, prevedendo il trasferimento dei low cost in una terza aerostazione regionale, tenuto conto che gli altri scali inseriti nel piano nazionale come quelli di Pescara e Perugia sono impraticabili. Con questa mozione vogliamo mettere fine a un iter totalmente inefficace – concludo Califano e Forte – e intraprendere una strada più fruttuosa che porterebbe a una razionalizzazione e una migliore gestione del traffico aereo”.