Nella graduatoria finale delle proposte del Pums, il piano di mobilità sostenibile di Roma Capitale, il progetto della trasformazione della Roma-Lido nella nuova linea “E” della metropolitana, ha raggiunto il quarto posto con 407 voti sul sito del Comune. Il famigerato trenino che, per il quarto anno consecutivo, si è aggiudicato il ben poco ambito premio di peggiore tratta ferroviaria d’Italia, potrebbe quindi diventare un prolungamento della metro B. Dato che uno dei problemi principali è la cronica mancanza di treni, con la trasformazione della tratta allo standard della metro B si potrebbe invece accedere al vasto parco mezzi del deposito della Magliana, trasferendo all’occorrenza materiale da una linea all’altra. Con 262 voti a favore, nella classifica dei progetti Pums più votati, si è classificata ottava la ciclabile fiera-mare. L’opera si concentra su tre questioni principali: in primo luogo, la connessione dei quartieri dell’entroterra, attraverso la percorribilita’ dell’argine del canale palocco e la sentieristica all’interno del parco del Drago. In secondo luogo, la nuova stazione della Roma-Lido Acilia Sud e il ponte ciclopedonale di connessione con Ddragona, che benchè si dovrebbero realizzare a prescindere dal Pums, fanno parte a tutti gli effetti dello scenario di riferimento. Infine, l’attraversamento del fiume Tevere in zona Dragona-Dragoncello tramite passaggio fino alla Fiera di Roma.