Dalla presenza del tritovagliatore ad un centinaio di nuovi mastelli abbandonati. Lo stabilimento “Ex Prosider” di Viale dei Romagnoli a Dragona è ancora nell’occhio del ciclone. Da settimane, il centro Ama accoglie nel proprio parcheggio i contenitori utilizzati prima che venisse introdotto il nuovo modello porta a porta. L’amministrazione locale e l’azienda municipalizzata, hanno deciso di cambiare questi contenitori con quelli più tecnologici dotati di un microchip che traccia la quantità dei rifiuti. I residenti sono molto perplessi e si chiedono per quale motivo il supporto elettronico non sia stato inserito nei mastelli precedentemente ordinati. In quel modo si sarebbe risparmiato parecchio denaro.