La negazione dell’essere umano – Annichilimento della diversità”, e’ il titolo dell’edizione 2019 del Progetto sulla Memoria Storica promosso dall’assessorato alla scuola del Comune di Fiumicino in collaborazione con l’associazione nazionale ex deportati. Il programma inizierà il 28 gennaio con lo spettacolo teatrale “Auschwitz: Viaggio all’inferno”, il primo dei due previsti, e proseguirà con una mostra itinerante, la proiezione di un film, alcuni convegni mirati e terminerà con l’incontro finale caratterizzato da testimonianze vive dell’orrore dei campi tedeschi. “Quest’anno il filo conduttore sono le persecuzioni sulle donne e gli omosessuali – ha affermato il sindaco Montino – sono alcuni degli stermini meno noti e studiati ma che devono essere conosciuti. Il rispetto dei diritti di tutti e il valore della memoria sono I due ingredienti fondamentali per poter educare le nuove generazioni – ha concluso – Tra le attività che si svolgeranno e’ previsto anche un concorso. Gli studenti avranno l’opportunità di realizzare lavori artistici singoli o di classe. I migliori saranno premiati con il viaggio della memoria che si svolgerà a Berlino a fine maggio. Il concorso e’ aperto a tutte le scuole medie e superiori del territorio di Fiumicino. I ragazzi dovranno presentare elaborati ispirati al tema della Shoah in forma artistica, scritta, multimediale o musicale a livello individuale o di gruppo. La commissione valuterà I lavori e stilerà una graduatoria. Saranno identificati cinque vincitori per ogni istituto che potranno partecipare alla visita dei campi di concentramento di Ravensbruck e Sachenhausen.