Dopo quattro anni di attesa ora e’ ufficiale: il borgo medioevale di Pratica di Mare e’ un luogo pubblico. Lo ha dichiarato il Catasto di Roma, a cui si erano rivolte le associazioni locali per fare luce sulla presunta proprietà privata dei vicoli, sostenuta invece dalla società “Nova Lavinium” della famiglia Borghese. I titolari del castello e degli altri edifici, dovranno quindi arrendersi e riaprire l’ingresso che avevano chiuso, per i lavori di manutenzione dei fabbricati e delle strade. “ora via il cancello – afferma il consigliere comunale di pomezia, Stefano Mengozzi, – e’ arrivata la conferma che la nostra battaglia fosse legittima. Non perdiamo altro tempo”. Parole di rassicurazione ai cittadini arrivano dal sindaco Zuccalà che ha dichiarato: “Stiamo procedendo sul percorso che avevamo intrapreso e la notizia giunta dal catasto non fa che confermare che la strada e’ quella giusta”.