Oltre cento bambini della scuola media dell’istituto comprensivo Marina di Cerveteri hanno partecipato a un convegno, svoltosi presso l’aula consiliare, sulla protezione della Posidonia, una pianta acquatica tipica del Mediterraneo. Un altro tema affrontato, strettamente legato al litorale, è sul complesso tema del trapianto che a Santa Severa è stato effettuato come misura di compensazione dei danni legati al dragaggio per l’ampliamento del porto di Civitavecchia. “Una mattinata tra natura e tutela degli ecosistemi, che gli alunni hanno seguito con estrema attenzione e interesse – ha dichiarato l’assessore alle politiche ambientali di Cerveteri Elena Gubetti – l’evento è stata un’occasione per informare I ragazzi sull’importanza dell’habitat della Posidonia Oceanica. Per rendere l’incontro ancora più coinvolgente, è stato allestito un piccolo laboratorio di biologia marina, dove i bambini hanno potuto osservare la pianta e gli organismi che vivono al suo interno. Inoltre – prosegue Gubetti – sono stati distribuiti gadget del progetto, come un libro a fumetti. Momento emozionante è stato il collegamento Skype in occasione di una vera e propria immersione da parte di alcuni operatori subacquei, collegati dalla Sicilia, che hanno mostrato in diretta una prateria di posidonia. Credo -ha concluso l’assessore – che incrementare la consapevolezza dei fruitori del mare incentivi comportamenti responsabili e sostenibili”.