Pomezia Senza Barriere, che fa capo all’Associazione Luca Coscioni promuove tre petizioni popolari. “Riguardano la redazione del Peba (Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), la realizzazione di una spiaggia attrezzata per le persone con disabilità, la revisione del contributo minimo per l’assistenza domiciliare e il miglioramento del servizio Amico Bus.”Le esigenze delle persone con fragilità  – dichiara Pomezia senza Barriere –  non posso attendere nemmeno un’ora in più: non si tratta di lussi, ma di servizi che sono indispensabili per poter svolgere una vita dignitosa e in autonomia. Per questo abbiamo deciso di chiedere a tutti i cittadini di firmare e far firmare le nostre petizioni perché una città a misura di tutti è una città più civile”. Gli interessati potranno firmare il 6 settembre a partire dalle ore 19 presso l’Associazione PunkRazio a Pomezia. Successivamente a partire dal 14 settembre ogni sabato dalle ore 10 alle ore 12,30 a Pomezia tra Piazza Indipendenza e Via Orazio.