A Pomezia stanno per scadere gli appalti per la manutenzione stradale, del verde pubblico e degli edifici comunali e presto si tornera’ a bando. I lavoratori che ad oggi svolgono questi servizi sono preoccupati per il proprio futuro. Sembrerebbe che nell’ultimo atto di indirizzo predisposto dall’Amministrazione per l’affidamento dei contratti non sia piu’ previsto l’obbligo di assorbimento del personale attualmente in forza, ma solo un generico invito a favorire la stabilita’ occupazionale degli addetti ex “Pomezia Servizi”. Inevitabili le polemiche dall’opposizione. L’ex sindaco Fabio Fucci ha ricordato:” Quando nel 2015 abbiamo scorporato la Pomezia servizi, affidando all’esterno la manutenzione, abbiamo garantito ai lavoratori la prosecuzione dei loro contratti. Il rischio e’ che le nuove imprese vincitrici per avere maggiore margine di guadagno taglino il personale”. Immediata la risposta del primo cittadino Adriano Zuccalà che ha dichiarato: “il nostro intento e’ quello di salvaguardare I posti di lavoro come previsto dalla normativa, quindi chiunque dica il contrario sta facendo terrorismo psicologico.”