Sono quasi concluse le operazioni di messa in sicurezza della Eco-X, l’azienda di stoccaggio rifiuti speciali di Pomezia. La struttura nel 2017 era stata distrutta da un terribile incendio. Dalle analisi dei campioni prelevati dalla ditta che sta eseguendi i lavori, nei cumuli di rifiuti ancora accatastati non c’e’ amianto. Alcune fibre, invece, sono state trovate all’esterno, ma nei limiti di legge. Gli operai, incaricati dal comune e sotto la stretta sorveglianza della Asl Roma 6, hanno incapsulato il terreno e le coperture dei capannoni al fine di impedire l’eventuale dispersione nell’ambiente di polveri cancerogene. Gli interventi proseguiranno con lo svuotamento delle vasche di accumulo delle acque reflue e con la successiva creazione di un sistema di stoccaggio di quelle piovane, mediante idonei serbatoi fuori terra. “Procediamo spediti per concludere la messa in sicurezza – ha dichiarato il sindaco Adriano Zuccalà – primo passo fondamentale di un iter di bonifica per il quale il comune ha bisogno dell’aiuto di regione e ministero”.