Pomezia ha vinto il bando per la valorizzazione dei beni inseriti nella “Rete Regionale”. Questo significa che otterra’ un importante finanziamento per la restaurazione della Torre civica. Il progetto, dal costo totale di 98mila euro, prevede il ripristino della impermeabilizzazione perimetrale, la messa in sicurezza degli affacci verso la piazza mediante la realizzazione di un corrimano, il risanamento degli infissi, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la sistemazione dell’impianto elettrico e dell’illuminazione esterna. “Risultare tra I vincitori del bando e’ la dimostrazione dell’impegno e della qualita’ di progettazione dell’amministrazione – ha affermato il sindaco Zuccalà – daremo un volto rinnovato al simbolo della nostra citta’”. A storcere il naso e’ l’Associazione Latium Vetus che, pur non mettendo in dubbio il valore della Torre Civica, contesta le disattenzioni riservate alla torre maggiore di Santa Palomba. “Abbiamo lanciato un mini sondaggio su Facebook chiedendo quale delle due torri avesse maggiore bisogno di un intervento – dichiara il gruppo – la quasi totalita’ degli utenti ha indicato Torre Maggiore. Il Comune sembra interessato solo al patrimonio culturale di Piazza Indipendenza”.