Mentre infuria la polemica sulle cosiddette “zone bianche”, la Città Metropolitana ha già dato l’ok per la realizzazione di un nuovo impianto di trattamento rifiuti da 250mila tonnellate annue nei pressi di via Trieste a Pomezia. Compatta la protesta delle opposizioni: “Avevamo chiesto venti giorni fa la convocazione di un consiglio comunale urgente – fanno presente i membri della minoranza – ma l’amministrazione grillina, con un’interpretazione di comodo del regolamento, si è rifiutata di convocare l’assemblea, evidentemente in sintonia con l’amministrazione 5 stelle provinciale. Il messaggio che sta lanciando la maggioranza è che il tema non merita la discussione con le altre forze politiche – si legge ancora nella nota congiunta – un atto di grave prepotenza e, soprattutto, di insensibilità verso un tema, quello dei rifiuti, che dopo la vicenda eco-x oggi più che mai merita la massima attenzione nella nostra città’. Abbiamo già scritto al Prefetto di Roma – annunciano in conclusione I rappresentanti dell’opposizione – affinchè intervenga sanzionando il Presidente del Consiglio comunale e intimando una tempestiva convocazione dell’assemblea cittadina”.