Il Tribunale di Velletri, nel corso dell’udienza preliminare che si è tenuta ieri, ha ammesso la costituzione di parte civile del comune di Pomezia nel processo per il disastroso incendio che il 5 maggio 2017 distrusse il sito di stoccaggio dei rifiuti “Eco-X”. Non solo, il giudice ha invece respinto la richiesta di patteggiamento avanzata dall’imputato, Antonio Buongiovanni – amministratore unico della “Eco Servizi per l’Ambiente” – che dovrà rispondere delle accuse di inquinamento ambientale colposo e incendio colposo. “L’amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco Adriano Zuccalà – proseguirà le proprie azioni in ogni sede al fine di dare giustizia a tutti i nostri cittadini che, in conseguenza del rogo, hanno dovuto subire gravi situazioni di emergenza durate per mesi. Teniamo alta l’attenzione sulla vicenda – assicura in conclusione il Sindaco – per garantire il superamento della criticità ambientale e la chiusura definitiva dei procedimenti penali ed amministrativi”.