Gianluca Quadrana, consigliere regionale della lista civica Zingaretti ha presentato un’interrogazione indirizzata all’assessore ai lavori pubblici e tutela del territorio.   Con la sua richiesta punta a ottenere chiarimenti in merito al progetto “alba lavinium” che prevede la costruzione di cento mila metri cubi ad uso abitativo sulla via del mare di Pomezia.  I terreni su cui dovrebbe sorgere il complesso sono della nova lavinium spa. Si tratta di un’intesa tra il comune e la proprietà sancita circa un anno fa, nell’agosto del 2017, quando la giunta in carica era quella grillina di Fabio Fucci. “Sarà davvero un’opera a vantaggio della comunità pometina?”  a chiederselo e’ lo stesso Quadrana che entra poi nel dettaglio:  “Alla luce della cubatura prevista  per la capacita’ insediativa solo il 15% è riservato ai servizi, mentre il resto è residenziale. Inoltre si fa presente che il progetto è l’unico su tutta l’area a ricadere su un terreno agricolo, andando contro a una serie di norme regionali  che limitano gli interventi volti al consumo del territorio. Intanto la città metropolitana di Roma capitale prende  tempo e decide di  approfondire tutte le eventuali interferenze che potrebbero coinvolgere la viabilità.