Trasmettere alle giovani generazioni l’importanza della tutela dell’ambiente marino e della salvaguardia della sua biodiversità dai danni causati dall’inquinamento. Sono stati questi gli obiettivi della campagna nazionale di sensibilizzazione organizzata dai ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione e dal comando generale della Capitaneria di Porto. La cerimonia di presentazione dei risultati si è svolta a roma proprio presso la sede del ministero dell’Ambiente. All’attività hanno partecipato oltre 800 istituti scolastici e quasi 55mila alunni con 2000 ore dedicate alla divulgazione, oltre 700 conferenze e 1900 militari della Guardia Costiera impegnati. E’ stato indetto anche un concorso che prevedeva la realizzazione di un elaborato sull’approfondimento degli ambiti tematici trattati al quale hanno partecipato circa 100 scuole. I ragazzi premiati andranno a visitare le aree protette del nostro territorio.. Un’altra iniziativa di sensibilizzazione è stata lanciata dall’Associazione Marevivo, questa volta contro l’utilizzo delle plastiche monouso. La campagna intitolata “non c’è più spazio per fregarsene” si articola in due video della durata di 20 e 30 secondi. Una instagram story con lo scopo di far riflettere l‘opinione pubblica su questo tema sempre più rilevante. L’associazione ha riportato I dati diffusi dalle Nazioni Unite.