“Abbiamo approvato in giunta la delibera con cui chiediamo al Ministero per i Beni e le Attività Culturali di indicare Pizzo del Prete come area di notevole interesse pubblico”. Lo ha annunciato il Vicesindaco di Fiumicino Ezio Di Genesio Pagliuca che spiega: “Nelle recenti cartografie inviate da Città Metropolitana alla Regione, Pizzo del Prete risulta ancora come una zona dove è possibile realizzare impianti di smaltimento dei rifiuti, senza che si tenga conto della reale situazione archeologica, certificata dalla stessa Sovrintendenza. Si tratta, infatti, di una porzione di territorio rurale dalla storia millenaria, con complessi storici e bellezze panoramiche di grande valore tradizionale. Pensiamo ad esempio – prosegue Di Genesio Pagliuca – alle località di quarto di tragliata, con i resti delle tombe e le rovine di Casal Ricci; l’abitato medievale di Castel Campanile o gli insediamenti arcaici di Le Macchiozze e Quarticciolo. Tutte meraviglie – conclude – che si possono ammirare attraverso il cammino delle città perdute, percorso istituito da poco grazie ad una delibera di Giunta”.