Secondo gli ultimi dati Istat, sono circa 13 milioni le persone in eta’ avanzata presenti in Italia che in questo periodo soffrono le alte temperature. Siamo ormai in piena estate e l’ondata di calore che sta colpendo la nostra penisola, ha fatto scattare l’allerta in molte citta’ italiane, Roma compresa. Anche il Campidoglio infatti ha attivato il piano caldo 2019 per sostenere i piu’ vulnerabili. Fino al 15 settembre l’amministrazione capitolina, in collaborazione con gli impianti sportivi comunali, i circoli privati e le federazioni, organizzerà attivita’ ricreative suddivise in area fisica, cognitiva e socializzazione, con ginnastica dolce e posturale, acquagym, balli di gruppo, bocce, ma anche seminari informativi sull’uso dei farmaci, alimentazione e misure antitruffa. “Siamo passati dai 6.400 dell’anno scorso agli attuali 60.000 potenziali accessi – ha dichiarato l’assessore alla persona, scuola e comunita’ solidale Laura Baldassarre – si tratta di un importante atto di solidarieta’ verso chi rimane in citta’ durante il periodo piu’ caldo”. “siamo uno dei paesi piu’ longevi al mondo – ha aggiunto il presidente della comunita’ di Sant’egidio, Marco Impagliazzo – per far fronte all’invecchiamento della popolazione, c’e’ bisogno di unire le forze del welfare pubblico e privato. Da sedici anni, grazie al programma ‘Viva gli anziani!’, – conclude Impagliazzo – abbiamo ottenuto molti risultati positivi come il contenimento della mortalita’, la riduzione dell’ospedalizzazione e dei ricoveri in case di riposo, con conseguente risparmio per i servizi pubblici di assistenza”.