“La Corte dei Conti ha dato seguito al nostro esposto e ha chiesto spiegazioni ad un gruppo di dirigenti comunali di circa venti milioni di euro per mutui non pagati da alcuni concessionari di punti verdi qualità”. Lo ha dichiarato l’associazione “Salviamo il Parco della Madonnetta” che spiega: “Rivendichiamo con orgoglio il nostro agire. L’amministrazione ha effettuato esborsi illegittimi in quanto la fidejussione del Comune era nulla o insufficiente cosi’ come denunciato da sempre dalla società di Andrea Ciabocco. Proprio quella garanzia mancante rappresentava l’ostacolo che non ha mai permesso un piano di rientro. L’inchiesta conferma una volta di più che la nostra battaglia per far luce sulla vicenda del punto verde qualità Madonnetta è sempre stata giusta. Ci auspichiamo – conclude l’associazione – che la storia non finisca qui e si faccia chiarezza sull’operato, in particolare di un dirigente, artefice secondo noi, del disastro finale del parco”.