Ostia, sedici agosto. Almeno per il calendario l’estate sta per entrare nell’ultimo mese, ma da un punto di vista organizzativo sembra quasi che la bella stagione debba ancora arrivare. Sono tanti, infatti, i lavori in corso all’orizzonte che non vedono una reale conclusione. Un esempio su tutti e’ il Freedog Village, la spiaggia dedicata ai cani e ai loro padroni. dopo mesi di discussioni regna l’incertezza sulla fruizione di quel tratto di  costa del lungomare Duca degli Abruzzi. In commissione ambiente, lo scorso undici luglio, si era deciso di  suddividere quel segmento a meta’ lasciando cosi’ la possibilità’ – anche a chi non possedeva un animale – di godere di un’importante fetta di mare “libero”. “Era veramente inconcepibile –  dice Marco Possanzini, segretario di sinistra italiana nel decimo municipio – che una spiaggia così grande come ampiezza fosse destinata esclusivamente all’accesso dei cani. Purtroppo non avevamo fatto i conti con la logica degli annunci dei cinque stelle. ad oggi il Freedog Village è intatto e nessun intervento e’ stato fatto per frazionarlo come promesso”. questo sembra essere il territorio della mezza estate, ma non si tratta di un sogno shakespeariano. Dei campi da beach volley e da calcio promessi sugli arenili liberi ad oggi ci risulta una sola installazione, avvenuta l’otto agosto, sul lungomare toscanelli. E poi il nulla. Per ora la  sensazione è che i cittadini romani potranno riuscire a godersi la stagione 2018… soltanto nel 2019.