E’ zona franca l’ultimo tratto di Via delle Quinqueremi, ad Ostia, proprio alle spalle del borghetto dei pescatori. Le ultime palazzine a ridosso del canale affacciano su un’area verde che viene invariabilmente utilizzata come discarica abusiva e come luogo dove appartarsi per i clienti delle prostitute. I residenti sono piuttosto esasperati, perche’ la zona e’ totalmente priva di servizi e controlli. A peggiorare ulteriormente le cose, il recente intervento per la posa della fibra ottica. La societa’ di telecomunicazioni ha effettuato degli scavi e delle movimentazioni di terra, senza pero’ ripristinare lo stato dei luoghi a lavori finiti e l’area conserva tutt’ora l’aspetto di un cantiere aperto. A discapito dei residenti, che pur abitando praticamente sul lungomare, sentono di appartenere ad una terra di confine, ad una zona franca appunto.