In questi giorni c’e’ poco da festeggiare per i residenti delle case Ater di Via della Tortuga ad Ostia. Una fuoriuscita di liquami ha letteralmente allagato i giardini condominiali formando anche della mucillagine. L’aspetto piu’ inquietante, tuttavia, e’ che l’acqua passa anche attraverso i tubi dell’elettricità, vicino al chiusino della condotta del gas e precipita direttamente nei garage sottostanti. Il problema perdura da circa tre settimane. Gli abitanti hanno allertato il pronto intervento fognature, ma gli operai – ci dicono – non hanno potuto far nulla. Inoltre, chi vive in queste case si chiede con una certa preoccupazione se l’acqua che esce dai loro rubinetti sia potabile. “Nelle palazzine – fanno sapere gli inquilini – vivono disabili e anziani con una pensione che sfiora appena i trecento euro al mese. Sono persone abbandonate dalle istituzioni che non possono permettersi di comprare bottiglie di acqua minerale. Sollecitiamo – concludono – l’intervento della sindaca per evitare l’ennesima tragedia”. La perdita non e’ l’unico problema che affligge questi stabili infatti, da mesi cinque scale sono a rischio per le crepe che si sono aperte nelle terrazze condominiali dopo il sisma di ottobre. Anche in questo caso, nessuno ancora e’ intervenuto per riparare il danno.