Studenti, insegnanti, cittadini: in tanti ieri hanno protestato sotto al murales realizzato su una facciata della stazione Lido-Nord contro la censura imposta dal Decimo Municipio. “Rovinare il racconto della preziosa esperienza progettuale di quest’opera era quasi impossibile, eppure loro ci sono riusciti – ha commentato il consigliere capitolino Giovanni Zannola – chiediamo alla presidente Giuliana Di Pillo le dimissioni immediate di Antonio Di Giovanni da Capogruppo del Movimento 5 Stelle, autore di questo ennesimo gesto di arroganza nei confronti della comunità”. Dello stesso avviso il consigliere municipale del partito democratico Athos De Luca. “Questa vicenda – ha dichiarato – e’ lo specchio del populismo dei grillini: sono privi di valori, responsabilita’ ed autorevolezza”. “Prima di scellerate decisioni – ha aggiunto l’associazione antimafia “Noi” – si doveva rispettare la scelta dei ragazzi. Non si e’ fatto e questa non e’ una vittoria per nessuno”. Intanto, su change.org e’ stata avviata una petizione affinche’ il volto della giornalista Federica Angeli venga raffigurato nel murales. Il presidente della Regione Nicola Zingaretti, dal canto suo, si e’ reso disponibile a concedere una nuova facciata dove realizzare l’opera originale e quindi senza censure.