Ad Ostia si è svolta la “Scalata al Mare”: cittadini e associazioni che aderiscono al comitato “Mare per Tutti” si sono dati appuntamento sul lungomare Paolo Toscanelli portando numerose scalette pieghevoli per denunciare l’impossibilità di fruire liberamente delle spiagge. “L’accesso agli arenili d’inverno è sostanzialmente impedito – ha spiegato il consigliere municipale del Pd Athos De Luca – a causa della chiusura degli stabilimenti e dell’assenza dei varchi ogni 300 metri come da legge, ai cittadini viene negato un diritto, mortificando la naturale vocazione turistica di Ostia. Chiediamo l’immediata emanazione dell’ordinanza invernale che doveva essere firmata i primi di ottobre e, inoltre, il municipio deve obbligare I concessionari a rimuovere I detriti della recente mareggiata, che costituiscono un pericolo” – ha concluso De Luca. “Questa amministrazione – rincara la dose sinistra italiana – non riesce a garantire il libero e gratuito accesso alle spiagge, però si inventa la ruota panoramica ‘acchiappa turisti’. Forse superando il lungomuro, da decine di metri di altezza, potremo finalmente scoprire che Roma è una città di mare”.