Alla fine si sono materializzate le ronde. Una trentina di militanti di Casapound si sono fatti immortalare mentre presidiavano la stazione Lido Centro, “dove in questi giorni – dicono – alcune donne sono state aggredite e rapinate”. Guidati dal consigliere del Decimo Municipio Luca Marsella, I cosiddetti “fascisti del terzo millennio” hanno inscenato la loro passeggiata serale indossando le tradizionali pettorine rosse. “Le stazioni sono diventate il simbolo del degrado – spiega Marsella in un video pubblicato sui social – e oggi siamo in piazza perché non possono esistere zone ostaggio di immigrati. Qui i residenti stanno svendendo le proprie case ed I commercianti italiani chiudono perchè hanno paura” quello che Marsella non dice è che il famigerato rapinatore di donne sole – secondo quanto riferiscono le stesse vittime – dovrebbe essere italianissimo, a giudicare dal suo marcato accento romano. In tutti I casi, l’aspetto inquietante della vicenda riguarda l’ipotesi in cui I “rondisti” dovessero imbattersi in un presunto malintenzionato.