Roma Capitale acquistera’ le case Ex Armellini di Ostia, ma non prima di un anno. E’ quanto emerge dalla commissione capitolina trasparenza. “Prima dovremo fare la stima del loro valore e questa operazione potrebbe durare piu’ di dodici mesi – ha affermato Paolo Saolini, dirigente dell’assessorato capitolino alle politiche abitative – per questo motivo, il nostro dipartimento ha chiesto aiuto all’ufficio stime dell’agenzia delle entrate per accelerare le tempistiche”. Nel frattempo, gli sfratti saranno di fatto congelati. Rimangono pero’ delusi gli inquilini che, oltre ai tempi biblici, lamentano la mancanza di manutenzione straordinaria. Sulla vicenda e’ intervenuto Marco Palumbo, presidente della commissione: “A settembre faremo un sopralluogo per verificare lo stato degli alloggi. Alla luce delle criticita’ denunciate e’ fondamentale intervenire il prima possibile per scongiurare eventuali situazioni di pericolo” ha assicurato Palumbo. Piuttosto soddisfatto il consigliere capitolino Davide Bordoni. “Nessuno dovra’ lasciare la propria casa – ha dichiarato – non sono previsti sgomberi. Ci auguriamo che il Campidoglio pensi ad un piano di ristrutturazione degli immobili”.