Il Decimo Municipio e il Comune di Roma riscrivono l’ordinanza balneare. Le nuove disposizioni, datate 27 maggio, rivedono parzialmente l’organizzazione della stagione estiva per il mare di Ostia decisa poco piu’ di un mese fa. Per iniziare, spariscono gli articoli che disciplinavano il commercio ambulante sulle spiagge con dieci operatori autorizzati a vendere cibi e bevande: l’attivita’ di somministrazione viene vietata, dunque, diversamente da quanto stabilito in precedenza. Ma la novita’ piu’ importante riguarda senz’altro il servizio di salvamento sugli arenili liberi, che sarebbe dovuto partire il 20 maggio, ma che non sara’ attivo prima del 17 giugno a causa dei ritardi nell’aggiudicazione del bando. I bagnini, invece, a quanto pare non arriveranno proprio nel tratto di spiaggia a ridosso del canale dei pescatori, precedentemente occupato dallo stabilimento “Mednet”. Infine, e’ stato corretto l’errore contenuto nella precendente ordinanza, con il quale il Decimo Municipio si intitolava la gestione della tenuta presidenziale di Castelporziano che, ovviamente, ricade interamente sul Quirinale.