“Ostia non esiste. Sul sito “Turismo Roma” gestito dal Campidoglio il litorale viene completamente dimenticato”. Lo afferma il presidente Stefano Salvemme dell’associazione culturale “Sogno Comune” che spiega: “Il nostro territorio avrebbe bisogno di una grande promozione per uscire dal cono d’ombra di immagine negativa che ci ha segnato in questi ultimi anni. Ci appelliamo al Decimo Municipio affinchè intervenga su questa situazione”. Il referente turismo dell’associazione Alessandro Stabellini aggiunge: “E’ assurdo che nelle varie sezioni siano menzionati soltanto gli scavi. In realtà si rimanda ad un link specifico su Ostia, ma la pagina è introvabile e inaccessibile”. Sulla stessa lunghezza d’onda Dario Nanni e Mauro Conti, coordinatore romano e responsabile del Decimo Municipio di “Italia in Comune” che affermano: “Il litorale è incredibilmente penalizzato dal portale ufficiale del Campidoglio. Vengono ignorati completamente il mare, il Pontile, la pineta di Castel Fusano, le vie commerciali e tutti I gioielli architettonici. La sindaca Raggi – concludono – promette misteriosi matrimoni in spiaggia, su aree sporche e senza servizi, e poi lascia che il sito promuova ad esempio, la zona dei Castelli Romani che non rientra nel comune”.