Decimo solidale” ha lanciato una proposta, insieme ad altre associazioni del territorio, per favorire l’accessibilita’ nei luoghi pubblici. In particolare l’attenzione e’ rivolta alle persone con disabilita’, che attualmente non possono avere libero accesso al mare sulle spiagge libere di Ostia. La proposta prevede la realizzazione di strutture a norma di legge per disabili in carrozzina e non vedenti. Nello specifico si pensa all’applicazione di passerelle a doppio senso di marcia fino alla riva, nonche’ a uno spogliatoio e a un ombrellone con lettino anche per l’accompagnatore. “Tale installazione – dichiara Biagio Caputi presidente di ‘Decimo Solidale’ – permetterebbe anche l’afflusso di disabili da altre parti di roma, e quindi benefici turistici e supporto all’economia locale, con una crescita culturale e di ‘risorgimento’ per tutto il nostro territorio. Ovviamente – prosegue – il municipio dovrà predisporre adeguati parcheggi per le auto in prossimità dell’ingresso agli arenili. Tutto in applicazionie di quanto sancito dalla costituzione italiana”. – conclude Caputi.