La sindaca di Roma ha annunciato, con un post su un social network, che da questa estate sara’ possibile sposarsi sulla spiaggia dell’ex colonia Vittorio Emanuele Terzo, ad Ostia. “La citta’ eterna – ha scritto Virginia Raggi – ha la sua spiaggia degli sposi. E’ arrivata dalla regione l’autorizzazione ad occupare anticipatamente l’area del demanio marittimo per lo svolgimento dei matrimoni e delle unioni civili. Si tratta di una concessione temporanea, in attesa che venga completata la procedura di rilascio di quella denifitiva. Aggiungiamo un altro tassello al percorso iniziato lo scorso anno – prosegue – quando trasformammo l’ex colonia in casa comunale”.. “Se la sindaca dovesse venire di persona a celebrare le nozze le consigliamo vivamente di munirsi di scarponi e antitetanica, onde evitare spiacevoli sorprese, visto lo stato imbarazzante in cui versano tutte le spiagge libere di Ostia – dichiarano in una nota congiunta Dario Nanni e Mauro Conti, rispetttivamente coordinatori di “Italia in comune” di Roma e del Decimo Municipio. “L’arenile citato dalla prima cittadina e’ ad oggi inutilizzabile anche solo per una passeggiata – concludono Nanni e Conti – invece di annunciare inutili iniziative, questa amministrazione dovrebbe essere piu’ presente in un territorio abbandonato”.