Una rapina da oltre 85 mila euro. I Carabinieri di Ostia hanno arrestato gli artefici del colpo messo a segno due anni fa nella banca di Via Piola Caselli. Si tratta di due uomini – di 55 e 60 anni – e di un dipendente di un istituto di vigilanza in servizio proprio presso la filiale. I malviventi – approfittando della chiusura per la pausa pranzo – con il volto travisato ed armati di taglierino si sono introdotti all’interno della struttura utilizzando la chiave di sblocco della cosiddetta “bussola antirapina”. Una volta dentro, hanno minacciato una delle impiegate che stava caricando il contante nello sportello bancomat e si sono fatti consegnare il bottino. Sin dalle prime fasi investigative era emerso che i due rapinatori si erano avvalsi della complicità di un basista. Tale sospetto è stato effettivamente confermato dall’esito delle indagini tecniche svolte dai militari, che hanno permesso di identificare e sgominare l’intera banda.